Eumaschi.com ti garantisce un'esperienza di acquisto in totale sicurezza!
Tempi di consegna rapidi e un livello di qualità sempre molto alto!
€0.00 (0 prodotto)

I farmaci per la DE risultano efficaci e sicuri per gli uomini con il diabete

farmaci per la DEUn nuovo articolo ha appurato che popolari farmaci utilizzati per trattare la disfunzione erettile , il Viagra, il Levitra e il Cialis online, sono sicuri ed efficaci per gli uomini affetti dal diabete.

L'introduzione sul mercato dei farmaci noti come inibitori della fosfodiesterasi di tipo 5 (PDE5) ha cambiato il modo in cui i medici gestiscono i loro pazienti con disfunzione erettile. I farmaci hanno dimostrato di essere abbastanza efficaci nel curare la condizione nella popolazione media e il numero di uomini che li ha richiesti è aumentato vertiginosamente negli ultimi anni.

L'obiettivo dell’esame sistematico, tuttavia, era determinare se gli inibitori della PDE-5 come il sildenafil (Viagra), il vardenafil (Levitra) e il tadalafil (Cialis) siano anche un'opzione sicura ed efficace per gli uomini con diabete. Sebbene il diabete possa causare una serie di altre complicazioni croniche, come malattie cardiache e ipertensione, gli inibitori della PDE-5 hanno dimostrato di non causare molte reazioni avverse in questo gruppo.

Alla fine degli studi, gli uomini che assumevano inibitori della PDE-5 hanno mostrato miglioramenti su tutte le misure della funzione erettile, con una differenza media del 26,7% in più nei "tentativi di rapporti riusciti" rispetto ai gruppi placebo .

Lo studio appare nell’ultimo numero di The Cochrane Library, una pubblicazione di The Cochrane Collaboration, organizzazione internazionale che valuta la ricerca in tutti gli aspetti dell'assistenza sanitaria. Gli esami sistematici traggono conclusioni basate sull'evidenza riguardo alla pratica medica dopo aver considerato sia il contenuto che la qualità delle sperimentazioni esistenti su un argomento.

“I risultati delle nostra meta-analisi non sono sorprendenti, ma danno forza alla nozione generale secondo la quale questa classe di farmaci sia efficiente e sicura per questa specifica fascia di popolazione", ha detto l'autore principale Moshe Vardi, Dottore in Medicina, insieme alla divisione di medicina interna del Lady Davis Carmel Medical Center in Israele.

I revisori di Cochrane hanno analizzato otto studi che confrontavano l'efficacia dei tre farmaci PDE-5 rispetto al placebo. Sono stati reclutati un totale di 1.759 uomini - di cui circa la metà randomizzati per ricevere la terapia con inibitori della PDE-5 e gli altri per far parte del gruppo placebo. Complessivamente, l'80% dei partecipanti aveva il diabete di tipo 2 e la parte restante il tdiabete di tipo 1.

La maggior parte degli studi ha avuto una durata di 12 settimane, senza differenze significative tra i gruppi di cura in termini di età, storia clinica, altri farmaci prescritti, gravità o durata del diabete o della disfunzione erettile.

La disfunzione erettile viene definita come la ripetuta incapacità di raggiungere o mantenere una erezione sufficientemente rigida per un rapporto sessuale. Secondo l'Organizzazione nazionale del diabete e delle patologie digestive e renali, per gli uomini che hanno il diabete è tre volte più probabile soffrire di disfunzione erettile rispetto agli uomini che non hanno il diabete.

Assunti un'ora prima dell'attività sessuale, gli inibitori della PDE-5 agiscono aumentando gli effetti dell'ossido nitrico, una sostanza chimica che rilassa i muscoli lisci del pene durante la stimolazione sessuale, e consentendo un aumento del flusso sanguigno.

"Gli inibitori della PDE-5 sono stati considerati il pilastro della cura per la disfunzione erettile nella popolazione generale per molti anni", ha detto Vardi. "I diabetici sono inclini a questa complicazione, e l'eziologia della loro disfunzione erettile è multifattoriale rendendo così la loro cura una sfida speciale per i medici e gli altri operatori sanitari".

Nessun decesso è stato segnalato nei test inclusi; gli effetti indesiderati più comuni per gli uomini nei gruppi di cura sono stati mal di testa, rossore, disturbi del tratto respiratorio superiore e sintomi simil-influenzali. Il rischio complessivo di sviluppare reazioni avverse è stato 4,8 volte più alto nel gruppo PDE-5 rispetto al gruppo di controllo.

Come vale per qualsiasi terapia farmacologica, i revisori di Cochrane avvertono che gli uomini dovrebbero usare gli inibitori della PDE-5 solo come indicato dai loro medici.

"Questi farmaci possono essere assunti 'al bisogno', poiché la loro emivita varia da diverse ore a 48 ore al massimo", ha affermato Vardi. "I pazienti dovrebbero anche consultare i loro medici per le interazioni farmaco-farmaco e per controindicazioni specifiche".

Mentre questo studio supporta la sicurezza a breve termine di questi farmaci per gli uomini con diabete, gli esperti dicono che non ci sono prove concrete del fatto che questi farmaci siano sicuri a lungo termine.

"Io prescrivo gli inibitori della PDE-5 ogni giorno alle persone con diabete", ha detto John Buse, Dottore in Medicina, direttore del Diabetes Care Center presso l'Università della Carolina del Nord School of Medicine. "Se siano sicure [a lungo termine] è il dilemma essenziale di tutte le cure mediche. Facciamo le nostre ipotesi migliori sulla base di informazioni imperfette, speranze e paure. E successivamente monitoriamo i progressi. Sono colpito dal fatto che i pazienti che ho seguito nel 2006 stiano vivendo una vita molto migliore e forse più lunga di quella di 10 anni fa."